• Valentina Marchiol

I calzettoni della nonna



Calzino realizzato con la lana Monte Bianco



Ci sono diverse tecniche per realizzare i calzini. Aperto con cucitura laterale, con i cinque ferri oppure con i ferri circolari.

Quale tecnica utilizzare?

Il primo metodo è ideale per i principianti perché si utilizzano i ferri classici. Come "inconveniente" può essere la cucitura sul retro del calzino.


Il metodo tradizionale, quello con il gioco di ferri, non è particolarmente indicato per chi è alle prime armi; anche per chi è abituato ai ferri tradizionali ci può essere un disagio iniziale.

Come tengo in mano il lavoro?

Giuro, la prima volta che ho provato ad utilizzare questa tecnica i ferri mi sono volati in aria e mi sono detta: "Mai più! Sono un pericolo pubblico!" Così per un breve periodo ho tentato con i ferri circolari.

Dopo questo periodo sabbatico, ho ripreso in mano i cinque ferri. Molto lentamente, con molteplici tentativi sono riuscita ad ottenere i primi risultati con un piccolo compromesso.

Per realizzare i calzini con i cinque ferri solitamente parto dal gambale, per ottenere un bordo elastico bisogna avviare i punti con il metodo tubolare. Questo è uno dei passaggi critici, dove ho ceduto e sono scesa ad un compromesso.

Avviare i punti con i quattro ferri e il quinto per girare era diventata un impresa impossibile.

Quindi avevo due soluzioni arrendermi o trovare un alternativa!

Per aggirare la difficoltà ho pensato di utilizzare i classici ferri, ovviamente con la stessa misura dei ferri più piccoli, per avviare i punti e inseguito trasferirli per la lavorazione a spirale.


Vantaggi:

  • Nessuna cucitura grazie al lavoro circolare.

  • Facilità per la misurazione durante la lavorazione.

  • Il continuo passaggio da un ferro all'altro rende il lavoro più dinamico e meno noioso nelle parti a lavorazione rasata.

Svantaggi:

  • Difficoltà iniziale dovuta al cambio metodo (manca l'appoggio sotto l'ascella)

  • Tensione del filo di lavorazione: agli inizi bisogna ricordarsi ti tirare il filo lavorando le maglie vicino l'inizio e la fine del ferro.


Un'altra modo per realizzare i calzini è utilizzando i ferri circolari. Questo modo è vantaggioso sotto un punto di vista, si possono realizzare i due calzini in contemporanea. Così facendo diventeranno perfettamente uguali, ma se si utilizza un solo gomito e magari a fantasia potrebbero insorgere dei problemi con le righe dei colori. Se voglio i due calzini simmetrici dovrò studiare attentamente il susseguirsi dei colori del gomitolo.

Solitamente quando realizzo i calzetti con i ferri circolari inizio la lavorazione dalla punta per poi salire andando a chiudere con il gambale.


Vantaggi:

  • Lavoro entrambi i calzini in contemporanea.

  • Iniziando dalla punta si potrà misurare il calzino con più facilità.

Svantaggi:

  • Dovrò passare il filo dei ferri da una parte all'altra.

  • Ad ogni passaggio da un calzino all'altro dovrò fare moltissima attenzione alla tensione di lavorazione e soprattutto al filo che utilizzo. Calzino 1 o calzino 2?

  • Come chiudere il gambale? Se parto dalla punto ho questo problema. Chiudendo in modo tradizionale potrebbe stringere. Oppure si può chiudere a tubolare con l'ago.

  • Nel caso utilizzi un gomito unico per entrambi i calzini prima di iniziare dovrò analizzare la fantasia per avere il paio simmetrici.


Non è importante la strada che si percorre, ma il risultato.


Lascia un Like, se ti servono consigli o approfondimenti chiedi nei commenti...

Ti aspetto venerdì con un nuovo articolo.




0 commenti